Sei in: Home / In evidenza / D.L. FISCALE NOVITA’ IN FASE DI APPROVAZIONE

D.L. FISCALE NOVITA’ IN FASE DI APPROVAZIONE

Pubblicato da il novembre 11th, 2016 con Commenti disabilitati su D.L. FISCALE NOVITA’ IN FASE DI APPROVAZIONE

Le comunicazioni Iva 
Invio semestrale per il primo anno e riduzione delle sanzioni. È la soluzione approvata per andare incontro alle richieste dei commercialisti di rendere meno gravoso il nuovo spesometro e la comunicazione trimestrale dei dati delle liquidazioni Iva. In particolare, per la comunicazione dei dati delle fatture viene rivisto il calendario: quella relativa al secondo trimestre dovrà essere effettuata entro il 16 settembre (e non entro il 31 agosto) e quella relativa all’ultimo trimestre entro il mese di febbraio (e non il 28 febbraio). Per il primo anno di applicazione la comunicazione relativa al primo semestre è effettuata entro il 25 luglio 2017. Viene poi anticipata di un anno la soppressione dell’adempimento relativo alla comunicazione delle operazioni Paesi black list. Quanto alle sanzioni, in caso di omessa o errata trasmissione delle fatture si prevede la penalità di 2 euro per ciascuna fattura, con un massimo di 1.000 euro per ciascun trimestre. La sanzione è ridotta alla metà, con un massimo di 500 euro, in caso di correzione della trasmissione entro quindici giorni dalla scadenza. In caso di omessa, incompleta o infedele comunicazione si applica la sanzione da 500 a 2mila euro, con riduzione alla metà in caso di trasmissione corretta nei 15 giorni successivi.
Aumenta poi da uno a due anni la riduzione dei termini di accertamento per chi aderirà alla trasmissione elettronica delle fatture. Mentre viene precisato che i soggetti passivi non obbligati alla presentazione della dichiarazione annuale Iva sono esonerati dalla comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute. E, ancora, si estende la possibilità di usufruire del credito d’imposta per l’adeguamento tecnologico anche a coloro che esercitano l’opzione per la fatturazione elettronica tra privati. Attribuito un ulteriore credito d’imposta di 50 euro a coloro che esercitano l’opzione per la trasmissione telematica delle fatture elettroniche attraverso il Sistema di interscambio (Sid). Con un emendamento Misiani (Pd) viene prorogata di due anni fino al 2019 (era prevista in scadenza alla fine del 2017) l’attribuzione ai Comuni che cooperano del 100% delle maggiori entrate recuperate grazie alla loro collaborazione nella lotta all’evasione.

Comments are closed.