Sei in: Home / In evidenza / Il bonus verde dal 2018

Il bonus verde dal 2018

Pubblicato da il febbraio 27th, 2018 con Commenti disabilitati su Il bonus verde dal 2018

Al fine di incentivare l’emersione delle basi imponibili collegate alle cessioni di beni e alle prestazioni di servizi poste in essere nei confronti di soggetti che non hanno interesse a pagare l’Iva, la legge 205/2017 ha introdotto un ulteriore bonus per il 2018.

La legge di Bilancio 2018, articolo 1, comma 12 della legge 205/2017 , ha prorogato, sempre in forma potenziata, le oramai classiche agevolazioni riguardanti gli interventi per il recupero del patrimonio edilizio, che prevedeno ancora fino al 31 dicembre 2018, una detrazione del 50 per cento delle spese sostenute fino a una spesa massima di euro 96mila per ogni unità immobiliare, nonché quelle riguardanti la riqualificazione energetica, anche esse sotto forma di detrazione potenziata, anche se non in tutti i casi, al 65 per cento con una soglia di detrazione massima che si differenzia a seconda dell’intervento.

Inoltre, ha introdotto una detrazione Irpef da calcolare nella misura del 36 per cento, con riferimento alle spese documentate e sostenute per la «sistemazione a verde» di aree scoperte private di edifici esistenti, ovvero di unità immobiliari, di pertinenze o di recinzioni, nonché la realizzazione di impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi, nonché le spese per la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili, comprese, in tutti i casi, le spese di «progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi ivi indicati».

Interventi ammessi dal «bonus verde» sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti
sistemazione a verde di unità immobiliari, di pertinenze o di recinzioni
realizzazione di impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi
spese per la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili
progettazione e manutenzioni connesse all’esecuzione degli interventi sopra indicati

La detrazione, che spetta ai contribuenti che possiedono o detengono l’immobile, è calcolata fino a un ammontare complessivo non superiore a euro 5mila per ogni unità immobiliare a uso abitativo.

La detrazione spetta altresì con riferimento alle spese sostenute per interventi effettuati sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali.

Comments are closed.